Beccogiallo – storia e storie a fumetti

Catalogo

Pasolini, Pertini, la storia del petrolchimico di Marghera, quella del G8 di Genova, l’omicidio di Aldo Moro, il terremoto dell’Aquila. E ancora le resistenze italiane, di ieri e di oggi, Berlinguer e gli orti sinergici, l’Ilva e il Vajont, la Mafia e la Tav, Maradona e l’ultimissima enciclopedia delle Serie TV.
Tutti questi temi e molti altri ancora sono affrontati attraverso i fumetti. Fumetti di “impegno civile” pubblicati da BeccoGiallo.
Realtà attiva ormai da un decennio con sede a Padova, il progetto BeccoGiallo nasce da una sfida: quella di trasmettere pilastri storici e buone nuove pratiche ai lettori più giovani, spesso accusati di disinteresse verso i temi più importanti.
Alla BeccoGiallo hanno pensato che forse il problema non stava solo nel lettore, ma anche nel mezzo di informazione. E così hanno deciso di fare giornalismo attraverso il fumetto.
La casa editrice funziona in modo molto simile alla redazione di un giornale; temi e storie vengono proposte attorno ad un tavolo e si sceglie su quale puntare. La notizia da prima pagina.  Il secondo passaggio è quello di documentarsi. Raccogliere foto, materiali, righe di testo per analizzare l’argomento e scegliere la chiave della storia. Una volta chiarito l’obbiettivo, si pesca nella vasca di disegnatori conosciuti e si tira su con la lenza quello ritenuto più adatto per provare a raccontare quella storia.
Loro paragonano questo processo a quello di chi si cimenta a realizzare un video documentario.
A qualunque cosa assomigli, il risultato di questo processo è un libro che bisogna avere. Scorrendo il catalogo, che vi ho linkato ad inizio articolo, c’è l’imbarazzo della scelta.
Il progetto BeccoGiallo ha un duplice valore.
Quello di promuovere il fumetto, una forma di comunicazione che da sempre resiste grazie agli inguaribili appassionati e che negli ultimi anni ha iniziato ad emergere anche ad un pubblico meno di nicchia grazie a tante iniziative e case editrici che ci credono fino in fondo.
E quello di incidere prima su carta e poi nella memoria di chi legge storie e biografie che nessun italiano può permettersi di dimenticare.
E quindi via di click su catalogo, carrello, acquista.

Annunci